Elettrico al Rallentatore. Il mercato delle auto elettriche non cresce quanto previsto

Blog di Scai Motor | 20 Novembre 2023

mercato delle auto elettricheIl 2023, inizialmente pronosticato come un anno da record per le vendite globali di auto elettriche, ha rivelato una realtà complessa e inaspettatamente sfidante. Esploreremo le cause di questo rallentamento, analizzando i dati con l'obiettivo di gettare luce sui cambiamenti di tendenza in atto.

Il Contesto Globale del mercato delle auto elettriche

Il Global Electric Vehicle Outlook, report annuale dell'Agenzia Internazionale dell'Energia, prevede una crescita delle vendite del 35%, con un totale di 14 milioni di vetture entro la fine dell'anno. Questa proiezione, tuttavia, si scontra con una serie di segnali preoccupanti provenienti da diversi mercati chiave, mettendo in dubbio la robustezza del settore delle auto elettriche.

La Situazione in Italia e in Europa

In Italia, l'entusiasmo per l'elettrico è in crescita, ma i numeri indicano un decollo più lento del previsto. Secondo Motus-E, nel corso dei primi 10 mesi del 2023, sono state immatricolate 51.513 auto a batteria, registrando un aumento del 30,8%. Tuttavia, la quota di mercato stagna al 3,9%, sottolineando sfide significative nella transizione verso la mobilità elettrica. Parallelamente, in Europa, nonostante una crescita del 47% nelle immatricolazioni nei primi 9 mesi del 2023, importanti case automobilistiche come Tesla, Volkswagen e Mercedes lanciano segnali d'allarme. L'attesa da parte degli automobilisti per modelli con caratteristiche e prestazioni superiori, oltre a prezzi più competitivi, sembra essere un ostacolo chiave.

Le Aspettative dei Consumatori

La situazione economica attuale gioca un ruolo cruciale nel rallentamento dell'adozione delle auto elettriche. Tuttavia, secondo gli analisti, la maggior parte di questo rallentamento può essere attribuita alla mancanza di modelli che soddisfino le aspettative degli automobilisti europei. La percezione diffusa è che le attuali auto elettriche in vendita potrebbero non rispondere completamente alle esigenze di sicurezza e autonomia, almeno non a un prezzo accessibile. Molti consumatori si domandano: perché investire in un'auto elettrica ora che potrebbe essere superata da modelli più avanzati tra 3 o 4 anni? E, inoltre, perché farlo a un costo notevolmente più elevato?

Equilibrio Fragile

auto elettricheLa situazione nel Regno Unito aggiunge ulteriori sfide. Secondo AutoTrader, il principale portale di vendita di auto nel Regno Unito, le auto elettriche sono ancora in media più costose del 33% rispetto ai modelli tradizionali. Questo equilibrio fragile è accentuato dalla crisi degli approvvigionamenti e dai rallentamenti nella produzione, che hanno limitato l'offerta di auto elettriche. La conseguente battaglia sui prezzi, con Tesla e i produttori cinesi in avanguardia, ha spinto i costruttori europei a cercare soluzioni per competere con auto elettriche più accessibili.

In Germania, la fine degli incentivi aziendali per l'acquisto di auto elettriche, datata al 31 agosto 2023, ha evidenziato la fragilità del mercato, con una diminuzione del 28,6% rispetto all'anno precedente e del 63% rispetto al mese precedente. Questi dati sottolineano la dipendenza del settore dagli incentivi governativi e la necessità di politiche di sostegno continue per stimolare la domanda.

Prospettive Future

Guardando al futuro, gli analisti prevedono un circolo virtuoso che potrebbe animare il mercato dal 2024 al 2027. Tuttavia, il cambiamento di paradigma richiederà un impegno significativo da parte dei costruttori europei. La battaglia sui prezzi globale è evidente, con Tesla e i produttori cinesi che continuano a guadagnare terreno. La Reuters, citando la società di ricerche di mercato Rho Motion, sottolinea che a livello globale le vendite di auto elettriche si consolidano, con la Cina che ha stabilito un nuovo record a ottobre nonostante la fine dei sussidi statali nel 2022. Negli Stati Uniti, le vendite crescono del 78%, con Tesla in testa, ma con l'emergere di marchi come Lucid e Rivian. Questi segnali indicano che anche Ford, General Motors e altre case automobilistiche stanno facendo progressi significativi.

La Decisione di GM e Honda

GM e Honda hanno gettato l'ascia nel bosco abbandonando il progetto congiunto di veicoli elettrici "accessibili" sotto i 30.000 dollari annunciato un anno fa. La causa di questa decisione è attribuita a una domanda più lenta del previsto e a un mercato difficilmente prevedibile nel suo evolversi. Questa mossa evidenzia la complessità della pianificazione nel settore e la necessità di adattarsi alle mutevoli dinamiche di mercato.

In definitiva è evidente che il rallentamento dell'adozione delle auto elettriche nel 2023 è un fenomeno multifattoriale, intrecciato a elementi economici, di mercato e tecnologici. Affrontare queste sfide richiederà strategie creative e tempestive, ma le prospettive globali suggeriscono che, nonostante le attuali difficoltà, l'elettrico può ancora emergere come il futuro dominante della mobilità.

 

APPROFONDIMENTO

Leggi i nostri articoli relativi alle auto elettriche:

CONTATTACI